Produzione EVEROL
<< EVEROL  
EVEROL mulinelli prodotti in Italia

Alla scoperta della EVEROL
Conosco da tempo questa azienda in quanto da riparatore ho usufruito, quando necessario, della squisita gentilezza dei proprietari che esaudiscono con grande cortesia le richieste dei clienti.
Nel novembre del 2016, mi sono recato presso l'attuale sede dell'azienda per incontrare i titolari ed ottenere le preziose informazioni che interessano il mondo del collezionismo alieutico Italiano.
Questa prestigiosa azienda, è stata fondata nel 1958, da due soci: l'avvocato Elio Veroli ( dal quale deriva l'acronimo EVEROL) e dall'attuale socio Gianni Sganzerla.

Mulinello Everol prodotto in Italia

Ci sono alcune vicende che precedono la nascita di questa società, che il Signor Gianni, preferisce custodire nella sua memoria.
La Everol ha avuto una storia piuttosto movimentata e ricca di colpi di scena, solo alcuni, i più salienti, verranno riportati tra queste righe.
Come premesso, nel 1958 venne fondata la società EVEROL, la collocazione si trovava in Via Jacopo Barozzi a Modena.
Nel 1966, l'azienda si trasferì in Liguria esattamente a Graveglia (GE), in Via Prioria.
Nel 1985, la ditta si trasferisce ancora una volta non molto distante dalla precedente residenza e precisamente a San Salvatore dei Fieschi, Cogorno (GE) nella sede che ancora oggi è la sua roccaforte.
Nel 1988 dopo la morte del fondatore Elio Veroli, rimane come unico proprietario del marchio EVEROL il Sig. Gianni Sganzerla.
Il 1998 fu l'anno di un ulteriore cambiamento dell'assetto societario. L'azienda si trasforma da "VAS sas" ad "Everol snc" e Paolo, il figlio di Gianni, diventa titolare della società che fino ad oggi alimenta e rende conosciuto questo prestigioso Brand in tutto il mondo.
Spigolature: Ho scoperto, per esempio che: il sistema di frizione (nei mulinelli rotanti) a leva con dischi multipli, fu inventato proprio dalla Everol. In quegli anni si poteva ottenere il brevetto solo negli Stati Uniti, quindi la Casa di Graveglia, ne inoltrò la paternità che fu registrata come << BREVETTATO N°3.166.299 >>. Purtroppo queste concessioni avevano una durata ventennale e disgraziatamente alla scadenza venne dimenticata; immediatamente la società americana PENN ne approfittò per brevettarne una copia che andò ad arricchire i modelli INTERNATIONAL.

Mulinello EVEROL dettagli frizione - prodotto in Italia

Tra le tante informazioni ottenute nel colloquio con il titolare, non posso esimermi dal citare a beneficio dei nostri simpatizzanti, alcune novità inedite.
Sono venuto a conoscenza che la Everol ha avuto contatti e richieste di collaborazione con svariate marche di mulinelli da pesca a livello mondiale, ricordo tra queste:
- ABU / la Everol ha costruito diversi prototipi marcati con questo marchio denominate ADMIRAL
(http://www.realsreels.com/reels/IGFA/default.html)

- Ted Williams, Everol ha realizzato diversi modelli che ha commercializzato negli USA. Questi modelli riportano il marchio (Ted Williams) inciso sul braccio della manovella

- SEARS ROEBUCK Co. Furono realizzati e presentati diversi prototipi ma l'affare non venne mai concluso

- Ci furono altri contatti con prestigiose marche internazionali ma il Sig. Gianni preferisce sorvolare.

Everol made in Italy

Mi è stato confidato inoltre il significato del logo che per anni ha fregiato i mulinelli prodotti dalla Everol. Chissà quante migliaia di pescatori si sono chiesti cosa significasse l'icona rappresentante due bambine che si tengono per mano con sullo sfondo il mare e il sole nascente; ebbene si tratta delle figlie gemelle dell'avvocato Veroli…….. la storia continua.
Ho potuto ammirare di persona anche diversi modelli personalizzati per personaggi di questo sport, oltre a prototipi che non sono mai andati in produzione.
Espletati gli aspetti storici, parliamo degli aspetti umani: non posso trascurare Paolo Sganzerla, figlio di Gianni e titolare dell'azienda, conosciuto diversi anni fa il quale, con grande disponibilità, mi ha fornito tutta la documentazione e si è prestato ad assecondare tutte le mie richieste.
Lo stesso devo al Signor Gianni, che con cordialità e cortesia (questa offerta praticamente ad uno sconosciuto che di fatto gli precludeva una impegnativa giornata di lavoro) mi ha dedicato una sostanziosa fetta del suo prezioso tempo. Inoltre, mi ha mostrato uno dei libri che ha pubblicato, rivelando così che oltre alla ineccepibile padronanza della meccanica è mosso anche da un intendimento d'arte.
Abbiamo trascorso due ore indimenticabili persi nei racconti riguardanti la comune passione verso i mulinelli da pesca Italiani.

Mulinello Everol prodotto in Italia

A nome della Associazione ANTIPES, devo doverosamente ringraziare queste persone che ancora oggi, mentre l'economia del paese attraversa momenti difficili, con il loro sacrificio e il duro lavoro riescono a mantenere alto il nome del Made in Italy nel mondo.
Grazie Gianni, grazie Paolo e grazie EVEROL

Alla scoperta della everol EVEROL ... II parte
Alla scoperta della everol EVEROL ... III parte
 
Renzo Di Paolo - maggio 2017  

Mercato Nazionale

Mercato Estero
  • ABU
  • Ted Williams
  • prototipi

 

   

Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco- 2012 / 2017
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.