Produzione RENOX
<< Renox  

La Renox ha prodotto svariati mulinelli da metà degli anni ’60 fino al 1981.

Renox produzione - antico mulinello italiano

La seda dell’azienda era a Bologna in Via S. Botticelli n.23 , la commercializzazione affidata a Franco Lazzari.
Negli ani ’70 la sede venne spostata in Via Bencivenni 4  a Zola Pedrosa (BO).

RENOX 500 oro sezionato - mulinello antico
 
RENOX 500 oro sezionato - mulinello antico

Alcuni prodotti somigliano in modo evidente al blasonato Mitchell 300 anche se la meccanica risulta completamente diversa come anche il senso di rotazione .
Gli ingranaggi del pignone e corona sono conici, il sistema del sali-scendi della bobina è azionato dalla corona e da un ingranaggio in plastica che a sua volta aziona una slitta legata all’alberino, l’ingranaggio in plastica, visto la facilità con cui poteva rovinarsi, venne successivamente sostituito da uno similare in metallo.

Sergio Di Marco - Ottobre 2012

Mercato Nazionale
Mercato Estero

 

 

 

 

Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Riconoscenze
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2019
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.