Agal 56 - vecchio modello prodotto in Italia
<< APM - AGAL  
AGAL 56 - I e II versione
Agal 56 - vecchio modello prodotto in Italia

Come per tutta la produzione Italiana, anche di questo modello non abbiamo alcuna notizia certa riguardo l'anno di produzione, personalmente penso che il numero 56 potrebbe darci un indizio d'altronde essendo l'anno dei miei natali propendo per questa soluzione.
L'eleganza di questo modello è indiscutibile i tratti sinuosi sono molto curati, come nello stile AGAL, nonostante si tratti in realtà di un prodotto economico la qualità e le finiture non hanno nulla da invidiare agli esemplari di categoria superiore; la meccanica è semplice del tipo corona–pignone a denti conici. Di questo tipo, sono conosciute tre versioni le quali differiscono prevalentemente di due particolari: il primo riguarda la lunghezza del gambo e l'altezza del piede, la causa della modifica fu dettata da un errore di calcolo poiché la ridotta distanza tra il rotore ed il piede del mulinello della versione originale, faceva si che la rotazione era praticamente impossibile perché la girante in movimento urtava contro le nocche delle dita (vedi foto). Per questo motivo fu modificato lo stampo accrescendo la lunghezza di 12 mm, di questa correzione ne è rimasta una traccia (vedi foto).
La seconda differenza della prima versione sta nei tre fori che si trovano sotto la girante, sullo scopo dei quali abbiamo avuto diverse discussioni. La mia opinione è che non si tratti di alleggerimento come qualcuno sostiene visto che lo spessore nei quali sono praticati è di circa 1mm e la somma del peso asportato è ridicola e di soli 7g. ma si tratta di un drenaggio per l'acqua eventualmente raccolta dalla lenza ed aggiungo che anche l'aria imprigionata tra la bobina ed il vano nel rotore durante il movimento alternato del saliscendi ha la possibilità di essere espulsa.
Questa peculiarità l'ho ritrovata molti anni dopo la realizzazione dell'AGAL 56 in un modello della DAM del quale nelle descrizioni ne veniva vantava l'efficacia.
La seconda versione quindi ha il gambo del piede prolungato e non presenta più il rotore forato, questa venne commercializzata anche in diverse colorazioni, marrone, nero, grigio scuro oltre al classico anodizzato grigio-verde militare.
Nel 1968, sopraggiunse la terza ed ultima versione della quale non posso fare altro che invitarvi a visitare le pagine relative al capitolo A.P.M Agal del terzo volume dell'amico Silvano Baraldi poiché questo modello non è presente nella mia collezione.

Agal 56 - vecchio modello prodotto in Italia
 
Agal 56 - vecchio modello prodotto in Italia
 
Agal 56 - vecchio modello prodotto in Italia
Traccia della modifica dello stampo     
 
Agal 56 - vecchio modello prodotto in Italia
Difetto I° versione
 
Agal 56 - vecchio modello prodotto in Italia
Differenze del gambo e del piede
 
Agal 56 - vecchio modello prodotto in Italia
Differenza dei rotori
 
Renzo Di Paolo - giugno 2019  

Scheda Tecnica

peso I ver. 237g. / II ver. 244g
rapporto 3,5 : 1
ingranaggi conici
anti-ritorno presente
bobina alluminio
colore vari
note
  • Tre versioni conosciute
Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Riconoscenze
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2019
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.