<< Alcedo  
Jupiter

Lo ‘Jupiter’ si può definire il modello di punta della gamma Alcedo ed, all’epoca, si trattava davvero di un ottimo mulinello.
Gli ingranaggi in bronzo ed acciaio (tranne purtroppo alcuni esemplari di colore marrone), la monovella e l’archetto in acciaio inox, un sistema di cuscinetti registrabili, l’archetto con regolatore in altezza per il rullino guidafilo (in agata) ed altri accorgimenti ne facevano un modello all’avanguardia.
Vide la luce nel 1959, anno in cui partì anche la produzione del ‘Mercury’, il modello più economico dell’Alcedo.
Se pensiamo che, antecedentemente a questa data, i modelli di taglia media erano l’’Omnia’ ed il ‘2CS’ senza troppe differenze basilari tra di loro ed entrambi di ‘livello medio’, possiamo pensare che la ditta abbia (giustamente) avvertito la necessita di affiancare alla sua collaudata gamma un modello di punta ed, agli antipodi, un ‘entry level’, che sono appunto, rispettivamente, lo ‘Jupiter’ ed il ‘Mercury’.
I primi esemplari di ‘Alcedo Jupiter’ montano un pomello della manovella in gomma, simile a quello del ‘2CS’, la medaglia con scritto “l’Alcedo” e sono soltanto di colore blu.
Poco tempo dopo uscì la serie ‘definitiva’, con pomello della manovella in plastica di forma ovoidale, medaglia con scritto “Alcedo Jupiter” ed, oltre al blu, anche nelle colorazioni marrone e grigio.
Quest’ultimo, destinato al mercato nazionale e commercializzato dalla ‘Ravizza’, era semplicemente verniciato, a differenza degli altri che subivano un trattamento di ossidazione anodica ed erano venduti anche all’estero, montando la bellissima medaglia ‘ad ali aperte’, così chiamata perché vi è riprodotto il martin pescatore, simbolo dell’Alcedo, in volo, invece delle classiche medaglie dove è appollaiato.
Tutti questi mulinelli hanno una ghiera porta-medaglione che, svitata, mostra l’ingranaggio interno del mulinello.
‘Jupiter’ è il nome latino del dio Giove, ma l’etimologia della parola ci porta ad appellativi come “splendente”, “paradiso” e forse questo era l’intento del Dr. Rolandi, fondatore e proprietario dell’Alcedo; chiamare il suo ‘fiore all’occhiello’ con un nome che evocasse ‘qualcosa di superiore’ o direttamente il padre degli dei

Alcedo Jupiter 1959 - vecchio mulinello prodotto a Torino
 
 
 
ALCEDO Jupiter - mulinello antico
 
ALCEDO Jupiter - mulinello antico
 
ALCEDO Jupiter - mulinello antico
 
ALCEDO Jupiter - mulinello antico
 
Roberto Granata - ottobre 2012    
ultimo agg.nto gennaio 2015  

Scheda Tecnica

peso 370 g
rapporto 1 : 4
ingranaggi elicoidali
anti-ritorno presente
bobina metallo
colore blu e marrone anodizzati,
grigio verniciato
note
  • pressofusione
  • gambo piegato
  • piede rigato
  • manovella ripiegaile
Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2018
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.