Ofmer 401-L  - I versione
<< Ofmer  
401/L - ( I versione )

Come sempre basandomi sopratutto sull’aspetto esteriore, ho cercato di classificare questa serie di mulinelli prodotti dalla Ofmer, a mio parere, dalla fine degli anni 40, agli inizi degli anni 70.
Il primo modello, ho ritenuto opportuno suddividerlo in ulteriori classi, solo per la forma dell’archetto, in quanto secondo me tra i due sono passati almeno dieci anni.
Li chiamerò semplicemente A e B.
Il tipo A, ha l’archetto che ricorda quello del capostipite 266/E I° versione, quindi parliamo dei primissimi modelli costruiti dalla Casa Bolognese. La frizione è a tre dischi con il bellissimo pomo in metallo a tre razze che contempla una sfera antiserraggio, l’alberino presenta una sola fresatura. La bobina è in metallo con colore, la manovella è di tipo fisso come in tutte le versioni di 401/L.
Il tipo B, ha l’archetto a goccia, come Nella maggior parte dei mulinelli di seconda generazione E/400, 409/SL ecc... il logo Ofmer, si trova dal lato della manovella, sotto la leva antiritorno, come nel precedente tipo A.

Tipo "A"
Ofmer 401-L  - I versione
 
Ofmer 401-L  - I versione
 
Ofmer 401-L  - I versione
 
Ofmer 401-L  - I versione
 
Ofmer 401-L  - I versione
 
 
Tipo "B"
Ofmer 401-L  - I versione
 
Ofmer 401-L  - I versione
 
Ofmer 401-L  - I versione
 
Renzo Di Paolo - giugno 2014  

Scheda Tecnica

peso

Tipo A: 270g / Tipo B: 260g

rapporto 4,5 : 1
ingranaggi elicoidali
anti-ritorno si
bobina aluminio anodizzato
colore

gigio-verde anodizzato

note
  • pomo frizione in metallo
Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2018
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.