<< SPEM  
Spem da mosca I e II versione

Grazie alla segnalazione di un nostro simpatizzante, l’Ing. Marco Omini, siamo venuti a conoscenza, di una rara versione di questo mulinello prodotto dalla SPEM.
Si tratta in pratica di un modello, riveduto e corretto del già raro (R2) che gli addetti a i lavori hanno potuto apprezzare tra le pagine del quinto volume, dell’opera di Silvano Baraldi, Mulinelli da pesca Italiani.
Mentre la prima versione è stata realizzata interamente attraverso lavorazioni meccaniche (probabilmente da pieno), la seconda, presenta evidenti segni di pressofusione.
Mentre le dimensioni sono pressochè identiche, le differenze riscontrate, riguardano: la ossidazione anodica del corpo, di colore oro, la diversa forma del pomo frizione, il pulsante di comando del cicalino e la bobina realizzata per pressofusione e poi lavorata per mezzo di tornitura.

 
 
 
 
 
 
Renzo Di Paolo - Ottobre 2014  

Scheda Tecnica

peso 150 g
rapporto 1- : 1
ingranaggi assenti
anti-ritorno no
bobina alluminio
colore I° vers. non verniciato
II° vers. anodizzato oro
note mulinelli rari
Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2018
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.