Orvis 450 identico al CopTes Gemini III - mulinelli prodotti a Torino
<< Coptes  
ORVIS 400 / 425 / 450 / 475

Anche la serie GEMINI venne commercializzata dal marchio ORVIS nel mercato del nord America.

Orvis serie 400 / CopTes Gemini III - mulinelli prodotti a Torino
 
Orvis serie 400 / CopTes Gemini III - mulinelli prodotti a Torino

Dai tanti cataloghi in mio possesso ho rilevato che i quattro modelli rimasero a listino per il solo 1978. Per quanto ho potuto documentare nel tempo sono giunto alla conclusione che i quattro modelli Orvis risultano più rari rispetto ai medesimi mulinelli Gemini CopTes. Naturalmente quanto affermato resta una mia personale opinione dovuta probabilmente al fatto che ho impiegato quasi un decennio per recuperarli tutti, l'ultimo modello solo il mese scorso!

Corrispondenze CopTes / Orvis:

Gemini I =  400
Gemini II =  425
Gemini III =  450
Gemini IV =  475
Orvis 400 identico al CopTes Gemini I - mulinelli prodotti a Torino
 
Orvis 400 identico al CopTes Gemini I - mulinelli prodotti a Torino
 
Orvis 425 identico al CopTes Gemini II - mulinelli prodotti a Torino
 
Orvis 425 identico al CopTes Gemini II - mulinelli prodotti a Torino
 
Orvis 450 identico al CopTes Gemini III - mulinelli prodotti a Torino
 
Orvis 450 identico al CopTes Gemini III - mulinelli prodotti a Torino
 
Orvis 475 identico al CopTes Gemini IV - mulinelli prodotti a Torino
 
Orvis 475 identico al CopTes Gemini IV - mulinelli prodotti a Torino

Di seguito i prezzi dei 4 modelli proposti nel 1978:

  • il 400 al costo di 42,50$   /  bobina di scorta a 6,00$
  • il 425 al costo di 45,00$   /  bobina di scorta a 6,50$
  • il 450 al costo di 47,50$   /  bobina di scorta a 7,00$
  • il 475 al costo di 50,00$   /  bobina di scorta a 7,50$

Da considerare che i cataloghi Orvis del 1978 risulteranno i più ricchi di modelli prodotti in Italia. Oltre ai quattro contemplati nella scheda erano presenti anche il 50A e 51A (35,50$), il 75A e 76A (35,50$), il 100A e 101A (33,50$), il 100S e 101S (37,50$), il 100SS e 101SS (42,75$), il 150S e 151S (44,75$). Inoltre, nel catalogo di primavera, erano proposti anche il Jolly De Luxe e il Jolly De Luxe-S (tutto anodizzato) al costo di 18,50$. Praticamente l'offerta completa arrivava in tutto a 18 mulinelli.
L'anno seguente, al posto dei quattro modelli della serie 400, comparirà per la prima volta l'Orvis 175 (corrispondente al "Coptes 520"). Questo nuovo modello Orvis resterà il mulinello di maggiori dimensioni a listino prodotto negli stabilimenti CopTes.

Per gli ulteriori aspetti tecnici è necessario fare riferimento alla scheda relativa ai medesimi modelli: CopTes Gemini.

Sergio Di Marco - novembre 2012  
agg.nto giugno 2014 / ultimo agg.nto settembre 2017  

Scheda Tecnica

peso ----
rapporto ----
ingranaggi ----
anti-ritorno ----
bobina ----
colore ----
note ----
Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2018
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.