<< Nettuno  
AP verniciato nero - ( III versione - IV modello)

Si tratta di un AP III° versione VI° modello anche se la caratteristica riga della girante è attenuata (vedi testo).
E’ senza dubbio un prodotto per il mercato estero, questo si denota da alcuni indizi: Il pomo della manovella in plastica (credo che il produttore, considerasse questa peculiarità un accessorio innovativo.. “moderno” che avrebbe fatto apprezzare ulteriormente il suo prodotto), questo è presente in quasi tutti i mulinelli rinvenuti all’estero.
La verniciatura, altra prerogativa riservata solo alla esportazione, (vedi AP, III° III° modello export) Il marchio FOREIGN decisamente inequivocabile.
Non per ultimo il ritrovamento in Germania.
Sulla sua autenticità, ho interpellato illustri colleghi i quali hanno confermato a pieno le mie deduzioni.

Vecchio mulinello Nettuno AP verniciato in nero
 
Vecchio mulinello Nettuno AP verniciato in nero
 
Vecchio mulinello Nettuno AP verniciato in nero
 
Nettuno RG verniciato nero
Questa testimonianza seppur poco attendibile, è stata tratta da un vecchio catalogo del 1968, del Retificio Ribola Giovanni di Stefano, di Peschiera Maraglio (lago d'Iseo) (BS) dalla quale si evince che la Nettuno (inequivocabile il disegno), avrebbe prodotto un mulinello, non meglio identificato (RG), verniciato in nero!!.
 
Renzo Di Paolo - Marzo 2016   

Scheda Tecnica

peso 220 g
rapporto 1 : 3,5
ingranaggi conici
anti-ritorno presente
bobina alluminio / forata e verniciata
colore verniciato grigio
note
  • pressofusione
Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2018
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.