<< Nettuno  
AP - diversi ( gambo piegato )

Questo AP, è un oggetto unico poiché non ha uguali tra i suoi simili.
Non si può paragonare all’AF gambo piegato, perché l’archetto di quest’ultimo è del II° tipo, la girante è della II° versione e diversi sono l’archetto la bobina ed il pomo frizione.
Neppure con il Delfin gambo piegato per la diversa frizione, diversi sono pure i pomi (manovella e frizione) e per la forma del piede, (vedi foto).
Dei tre esemplari messi a confronto inoltre non corrispondono ne il peso ne le leve antiritorno, inoltre l’esemplare descritto ha pure la denominazione sulla corona, “MADE IN ITALY”.
Chi raccoglie questi mulinelli da anni come me, non si stupisce più di fronte ad oggetti come questo in figura perché, quando si ritiene di avere ottenuto la quadratura del cerchio, quando tutto sembra avere una logica, ecco che arriva l’oggetto che rimette in discussione tutto quello che si è faticosamente catalogato per anni. Forse sono proprio queste prerogative che rendono affascinante il collezionare mulinelli Italiani i quali non finiranno mai di stupirci e resistono a tutti i tentativi di classificazione.
In attesa di future ulteriori scoperte, non mi resta che continuare nel mio lavoro di cronista.

 
 
 
 
Renzo Di Paolo - Giugno 2012 - ultimo agg.nto Dicembre 2015  

Scheda Tecnica

peso 270 g
rapporto 1: 3,5
ingranaggi conici
anti-ritorno si
bobina alluminio
colore non verniciato
note
Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2018
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.