<< Zangi  
3000 - 3001

Del 3000 ho potuto identificare due versioni che si distinguono principalmente per avere un diverso pomo dell'anti-ritorno. Nella prima versione è presente un pomellino tondeggiante con l'accenno di tre piccole razze, nella successiva troviamo la classica levetta Zangi.
Importante, come per il 2000, anche questo mulinello poteva essere scelto con diverso rapporto di recupero, 1:3 oppure 1:3,3.

Zangi 3000 - I versione da un vecchio catalogo Ravizza primi anni 50
Zangi 3000 - I versione ... da un Catalogo RAVIZZA (inizio anni "50)
Zangi 3000 - con il prendifilo della prima versione
 
Ringrazio l'amico e grande collezionista Claudio Lottici per avermi concesso di pubblicare la foto di questo raro box dello Zangi 3000.
 
Vedi anche ZANGI 2000 I° versione
 
 
 
 
 
Per procedere al lancio è necessario spingere il prendi-filo all'interno della campana in cui resterà bloccato.
Per il recupero occorre agire semplicemente sulla manovella; la conseguente rotazione della campana sbloccherà il prendi-filo permettendo la cattura della lenza.
La sensibile frizione è regolata dalla grossa ghiera posta tra il corpo del mulinello e la campana del rotore
La versione “3001” presenta la manovella sul lato destro del corpo.
 
 
 
 
Sergio Di Marco - Giugno 2012  
- agg.nto Settembre 2015   
- ultimo agg.nto Giugno 2019   

Scheda Tecnica

peso 230 g
rapporto 3,2 : 1
ingranaggi elicoidali
anti-ritorno disinseribile
bobina metallo
colore anodizzato
note --
Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Link siti web amici
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2019
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.