Zangi Jolly - vecchio mulinello prodotto a Torino
<< Zangi  
JOLLY

Il JOLLY è un modello economico e tra i primi ad essere stato prodotto dalla Zangi.

Zangi Jolly - foto di gruppo
 
Zangi Jolly - versioni marrone / oro

Il corpo leggero è realizzato in "silumin" (lega di alluminio e silicio) e la meccanica ha gli ingranaggi a denti elicoidali. La bobina è sempre in materiale plastico e può caricare circa 100 metri di lenza da 0,30 mm di diametro.
I primi modelli hanno la chiusura dell'archetto "a battuta" con scontro su una apposita camma presente nella parte superiore del piede.
La versione “S” (sinistro) identifica i modelli che hanno la manovella sul lato destro del corpo.
La colorazione più comune è in nero ma è possibile trovarlo anche in verde, solo anodizzato, oppure tutto in oro, o marrone, oppure in vari abbinamenti.

Zangi Jolly con archetto a battuta
Jolly - con scatto dell'archetto a battuta
 
Zangi Jolly verde - vecchio mulinello prodototto a Torino
 
Zangi Jolly anodizzato - vecchio mulinello prodotto a Torino
 
Zangi Jolly marrone - vecchio mulinello prodotto a Torino
 
Zangi Jolly nero - vecchio mulinello prodotto a Torino
 
Zangi Jolly S nero - vecchio mulinello prodotto a Torino
 
Zangi Jolly anodizzato-blu - vecchio mulinello prodotto a Torino

Come altri modelli Zangi anche il Jolly è stato prodotto per conto del famoso marchio ABU: "222".

Sergio Di Marco - giugno 2012
 - ultimo agg.nto  luglio 2019

Scheda Tecnica

peso 225g
rapporto 3,27:1
ingranaggi elicoidali
anti-ritorno presente
bobina plastica
colore vari colori e abbinamenti
note ----
Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Link siti web amici
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2019
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.