<< Ofmer ... - cercando una manovella .....  

Un giovane collezionista, incontrato all’ultimo CARP SHOW 2015, mi chiede se ho qualche Ofmer importante da cedere, gli prometto che avrei dato un’occhiata tra i miei rottami.
Tornato a casa e sistemato il materiale, il giorno seguente mi dedico al vaglio delle richieste che durante queste manifestazioni, mi vengono fatte dai collezionisti, sempre alla ricerca di vecchi ricambi da utilizzare per completare qualche esemplare delle loro raccolte.
Nello scatolone Ofmer trovo un bel 266/E prima versione, al quale però manca la manovella, tutti conoscono la rarità di questo mulinello ed in particolare della sua leva.
Decido quindi di contattare Gabriele per parlargli della scoperta. Nonostante la invalidità riscontrata nell’oggetto, e attratto soprattutto dalla richiesta economica particolarmente vantaggiosa, mi comunica che accetta volentieri sopratutto perché possiede già una manovella del tipo menzionato.
Dal successivo scambio di foto, lo stesso mi fa notare che il mio mulinello ha l’attacco della manovella maschio, come la sua manetta! Come è possibile?.
Certo delle mie conoscenze in merito, ho bollato la questione con un “l’ avranno modificata”.
Il giorno dopo decido di visitare un vecchio negozio di pesca che a causa della imminente cessazione dell’attività, mi aveva contattato in precedenza, offrendo diversi vecchi mulinelli che altrimenti sarebbero finiti in discarica.
Entro nel negozio e dopo i convenevoli, inizio a vagliare i rottami. Il titolare mi porge gentilmente una scatola dove riporre i miei acquisti.
Vedo da distante quello che immediatamente ho battezzato come un comune Ofmer N/22, continuo ad afferrare vari Crack, Luxor, vecchi Shimano, qualche Renox e un paio di Daiwa Syncromatic.
Quando tocca all’N/22, con grande meraviglia mi accorgo che invece si tratta di un interessante 211/N seconda versione, ma la cosa stupefacente è che monta proprio la manovella che mi sarebbe servita per completare il 266/E!!!.
Liquido il negoziante, mi soffermo a proferire alcune frasi di commiato e gli auguri per il prossimo Natale, monto in macchina e mi avvio verso l’autostrada.
Durante il tragitto l’angoscia mi assale: ho dato la mia parola a Gabriele e mi ritrovo con un mulinello completo che vale almeno tre volte la mia richiesta, cosa fare?
Lo chiamo e gli spiego la situazione…..capirà !!
Ciao Gabry, ho un problema, ricordi che ti avevo detto che sarei andato a visitare un vecchio negozio? .. beh, non ci crederai, ho trovato la manovella che manca al mio 266/E. Lui, immediatamente ha intuito dove sarei andato a parare e quindi ha iniziato a far valere le proprie ragioni per ottenere quello che il giorno prima gli avevo promesso, ero in viaggio e per abbreviare la inevitabile discussione, l’ho rinviato per un aggiornamento al giorno dopo.
Non sapendo che pesci prendere, cerco conforto telefonando ad uno tra maggiori esperti del collezionismo Italiano, l’amico Lino, dopo un breve preambolo, gli pongo la domanda sulla famigerata manovella con il filetto maschio e per fortuna anche lui concorda con la mia supposizione: "è stata modificata!"
Arrivo a casa, la cena è già in tavola, ingurgito il tutto in tempi da record e mi dirigo alla ricerca degli Ofmer, spalanco l’anta e prendo il mulo incriminato, svitando la leva con grande incredulità, viene fuori un gambo filettato!!..
Come è possibile che nessuno di noi si sia mai accorto della differenza? Allora è vero! Esistono due tipi di manovelle!.
Nei primi modelli della casa bolognese, le manovelle, esternamente sono identiche ma l’attacco con la corona è diverso! Questa particolarità ci ha ingannato per anni… prendo tutti gli Ofmer che fanno riferimento a quello in oggetto ed ancora una volta riescono a stupirmi, ci sono altri modelli che presentano lo stesso “problema”…
Vi rimando agli aggiornamenti che non mancherò di pubblicare su ANTIPES appena possibile.
Dimenticavo all’amico Gabry, ho regalato un altro 266/E, ma della versione che corrisponde alla sua manovella…se lo è meritato.

Renzo Di Paolo - Dicembre 2015    
Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco- 2012 / 2016
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.