<< Agrev  

Mulinello costruito a Milano da un certo Sig. Verga, che l’ha chiamato così invertendo il suo cognome.
Ritrovato in un paese sulle rive del fiume Po. L’ex proprietario, oltre a queste notizie, ha affermato di averlo usato come primo mulinello della sua vita negli anni 1944-1945.

Alcune sue caratteristiche potrebbero far pensare ad uno sviluppo precedente al POSEIDON.
Il pomello frizione è molto simile, presenta però 5 razze contro le 4 del POSEIDON. Anche il gambo del piede e la manovella sono simili.

Roberto Granata - giugno 2012  

Scheda Tecnica

peso 330 g
rapporto 3 : 1
ingranaggi conici
anti-ritorno abbozzo non funzionante
bobina alluminio
colore verde a buccia d’arancia
note
  • fusione manuale
  • prendifilo fisso
  • produzione probabile primissimi anni’40
  • esemplare unico
Eventi del settore
I Marchi Italiani
Articoli vari
Mulinelli Esteri
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Il forum ANTIPES
Libri di riferimento
Avvisi importanti
HOME   -   IL  COLLEZIONISMO   -   LA STORIA   -   I MARCHI   ITALIANI   -    CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  DOCUMENTI ASSOCIATIVI  -  NOTE LEGALI
 
ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102
www.antipes.it
 
 
realizzazione web Sergio Di Marco- 2012 / 2016
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.